Come costituire una società in India

by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

company-incorporation

Tra i fattori da prendere in considerazione per la costituzione societaria in India vi sono la posizione strategica e i costi. Al tempo stesso, è importante scegliere che tipo di presenza stabilire in India.

La Reserve Bank of India (RBI), in accordo con il Registrar of Companies, disciplina le diverse opzioni tra i modelli societari. Di seguito i pro e i contro di ciascuna tipologia.

 

Liaison Office

Lo scopo di un Liaison Office (LO), termine con cui in India ci si riferisce ad un Ufficio di Rappresentanza, è quello di fungere da intermediario tra la società madre italiana e i soggetti indiani, esercitando una funzione di supporto e promuovendo la creazione di relazioni commerciali. Tuttavia, ad un LO non è concesso essere destinatario di relazioni contrattuali ossia generare ricavi, mentre tutti i costi di gestione sono sostenuti da fondi interni.

Un LO è senza dubbio l’opzione più rapida ed economica per stabilire una presenza in India, nonostante la limitata sfera di operatività. Come già accennato, le società straniere usano gli LO principalmente per aumentare la propria visibilità e per condurre ricerche di mercato in modo tale da valutare le opportunità del mercato. Poiché non genera profitti, un LO non è assoggettato ad imposizione tributaria.

Branch Office

Come un LO, anche un Branch Office (BO) non è dotato di personalità giuridica e, quindi, non costituisce una società a se stante ma rappresenta un’estensione della società madre. Tuttavia, a differenza di un LO, un BO può esercitare attività commerciali configurandosi di fatto come una filiale della società madre. Inoltre, può condurre ricerche, attività di import-export, fornire servizi di IT e supporto tecnico per prodotti e servizi forniti.

Ad un BO è concesso il rimpatrio degli utili alla società madre – dopo aver corrisposto le imposte dovute. La Reserve Bank of India non permette a un BO di condurre direttamente attività di produzione e lavorazione. Se necessario, un BO deve perciò esternalizzare tale attività a un produttore indiano. Questa regola non si applica se un BO è costituito all’interno di una Zona Economica Speciale, poiché in tal caso la conduzione di attività di produzione è permessa.

Professional Service_CB icons_2015SERVIZI CORRELATI: Consulenza Pre-Investimento e di Strategia d’Ingresso
 
Project Office

Un Project Office opera in maniera simile a un Branch Office, con la differenza che il primo viene costituito per lo svolgimento di un lavoro specifico in India. Tale ufficio può essere costituito per lavori di costruzione sul territorio indiano o per progetti co-finanziati da istituzioni finanziarie indiane o internazionali. Sebbene sia più difficile, talvolta la costituzione di un Project Office può essere approvata anche per progetti privati.

Partnership

Una partnership è un’organizzazione formata da due o più soggetti, di cui ne sono comproprietari. È relativamente semplice costituire una partnership; tuttavia, bisogna ricordare che ciascun socio si assume una responsabilità illimitata, poiché la partnership stessa non è un soggetto distinto rispetto ai propri membri. Ciò significa che, ad esempio, i soci acquistano beni immobili e assumono i dipendenti a loro nome e non a nome dell’impreso. Per lo stesso motivo, una partnership non può fare causa o essere querelata.

La norma che disciplina le partnership è l’Indian Partnership Act del 1932. Per formare una partnership è richiesto un numero minimo di due persone. Il numero massimo di soci è dieci per il settore bancario e venti in tutti gli altri casi. Per la costituzione di una partnership con investimento straniero è necessaria l’approvazione da parte della RBI.

Professional Service_CB icons_2015 SERVIZI CORRELATI: Consulenze Aziendali
Partnership a responsabilità limitata

Una partnership a responsabilità limitata è una via di mezzo tra una partnership e una società vera e propria. Si tratta, infatti, di un soggetto legale distinto rispetto ai suoi membri, il che significa che la loro responsabilità è limitata in base al loro contributo iniziale. Una società straniera può costituire una partnership a responsabilità limitata solo se opera in uno dei settori in cui la RBI permette il 100 per cento di investimenti diretti esteri (IDE). Sotto la guida del primo ministro Modi, il governo indiano ha alleggerito le restrizioni sugli IDE e quindi la lista dei settori inclusi si sta allungando.

Una partnership a responsabilità limitata può comprare e avere proprietà, generare profitti e inviare gli utili al di fuori del Paese. Tali partnership sono soggette ad un’imposta del 30 per cento, in aggiunta a un ulteriore 10 per cento se il profitto totale supera i USD 155.000. Rispetto a una società a responsabilità limitata, una partnership a responsabilità limitata gode di una semplificazione negli adempimenti e nella tenuta dei registri semplificata. Inoltre, essa ha anche un vantaggio in termini di reputazione rispetto a una partnership semplice poiché, grazie alla richiesta di registrazione presso il Ministry of Corporate Affairs, si dispone di una prova credibile dell’esistenza dell’azienda.

Società a responsabilità limitata

Una società a responsabilità limitata è un soggetto costituito legalmente separato dai suoi azionisti e membri. Questo tipo di società richiede un minimo di due soci e gli stranieri possono possedere fino al 99,9 per cento delle sue azioni. Una società a responsabilità limitata può possedere immobili e assumere dipendenti. Inoltre, le società a responsabilità limitata possono contrarre prestiti.

La società a responsabilità limitata è la forma societaria che concede la più ampia sfera di operatività ad un investitore straniero nel Paese.

Joint Venture

Una joint venture è una partnership tra due o più società o individui che accettano di versare capitali e beni per un progetto comune. La costituzione di questo tipo di società costituisce un’opzione piuttosto diffusa quando si opera in uno dei settori per i quali l’India non concede un investimento totalmente straniero.

La joint venture offre un rischio relativamente basso per l’investitore straniero, a patto che venga condotta un’opportuna due diligence nei confronti del partner indiano. Una joint venture consente all’investitore straniero di sfruttare il network già esistente del partner indiano. Inoltre, dopo aver pagato le imposte, la società può trasferire i propri utili all’estero.

Related Link Icon-IB LETTURE CORRELATE: Prospettive sul settore delle infrastrutture in India
La scelta giusta

La decisione sulla forma societaria con cui stabilire la propria presenza in India dipende dalle dimensioni della società madre e dalle ambizioni di sviluppo all’interno del Paese.

Un Liaison Office può rappresentare la scelta migliore per una società di piccole dimensioni, che desidera compiere un primo passo esplorativo per valutare le possibilità di sviluppo in India. La costituzione di una società a responsabilità limitata è invece l’alternativa più logica per una società che ha già deciso di espandersi in maniera aggressiva nei mercati emergenti dell’Asia.

Poiché il progetto di ogni investitore straniero presenta peculiarità specifiche, nella scelta della forma societaria più adatta si consiglia di affidarsi a professionisti della consulenza che, avendo competenza integrata in materia legale, fiscale e contabile, possano offrire il loro aiuto per:

  • Esaminare le normative più recenti;
  • Effettuare una due diligence su futuri partner e fornitori di servizi;
  • Pianificare strategie entrata e di uscita; e
  • Risolvere questioni operative (contratti, sedi e zone d’investimento, gestione delle risorse umane) tipiche di quando si stabilisce una presenza nel Paese.  


Chi
Siamo

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi trend degli investimenti e del business in Asia, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere notizie, commenti, guide e risorse multimediali.

 

 

Cover 90 x 126Managing Your Accounting and Bookkeeping in India

In this issue of India Briefing Magazine, we spotlight three issues that financial management teams for India should monitor. Firstly, we examine the new Indian Accounting Standards (Ind-AS) system, which is expected to be a boon for foreign companies in India. We then highlight common filing dates for most companies with operations in India, and lastly examine procedures and regulations for remitting profits from India.

 

India Tax Guide coverTax, Accounting and Audit in India 2016-2017 (2nd Edition)

Tax, Accounting, and Audit in India 2016 is designed to introduce the fundamentals of the tax regime as well as the critical accounting and auditing practices in India. As such, this comprehensive guide is ideal for not only businesses looking to enter the Indian market, but also for companies who already have a presence here and want to stay up-to-date with the most recent and relevant policy changes.

 

IB 2014 02 issue_cover_250x350An Introduction to India’s Audit Process

In this issue of India Briefing Magazine, we provide readers with an overview of India’s annual audit process and offer important tips for the smooth navigation of the country’s audit regulations and accounting standards. We begin by first explaining the two most common types of audit in India, statutory and internal audits, and then outline the standard steps and procedures an Indian auditor will follow in each.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Never miss an update

Stay ahead of the curve in emerging Asia by subscribing to our regional publications. Subscribers take full advantage of all our website features and receive regular updates from our local experts on doing business in Asia.

Subscribe
India Briefing